Salvo proroghe, le Farmacie rurali sussidiate ovvero quelle che operano in Comuni o Centri abitati con meno di 3.000 abitanti, avranno a disposizione ancora pochi giorni per richiedere il contributo a fondo perduto, sottoforma di credito d’imposta, pari al 50% (nel limite di euro 3.000) delle spese sostenute nel corso del 2021 per l’acquisto e/o il noleggio di apparecchi per l’effettuazione di prestazioni di telemedicina.

Scade infatti il 31 dicembre 2021 il termine per presentare in via telematica al Ministero della salute, attraverso le specifiche funzionalità rese disponibili dal Sistema Tessera Sanitaria, l’apposita Istanza.

L’Istanza dovrà riportare, oltre ai dati identificativi della Farmacia e del suo Titolare, l’elenco delle spese sostenute nel 2021 in relazione all’acquisto e/o al noleggio delle apparecchiature (indicando l’identificativo univoco attribuito dal Sistema di interscambio, i file XML delle relative fatture elettroniche acquisite o i file pdf della copia delle fatture analogiche rilasciate dai fornitori qualora quest’ultimi siano esonerati dall’obbligo di fatturazione elettronica), l’ammontare del credito d’imposta spettante (pari al 50% della spesa, fino a un massimo di euro 3.000).

Con l’Istanza si dovrà necessariamente dichiarare sia di essere una Farmacia operante in Comune o Centro abitato con meno di 3.000 abitanti sia che le spese per cui si richiede il beneficio sono relative ad apparecchiature necessarie per l’effettuazione di prestazioni di telemedicina.

Giovanni Loi

Commercialista Venezia